• Intervista a Mina Welby; Noa Pothoven, eutanasia e autodeterminazione.

    Buon pomeriggio Mina e benvenuta nel mio blog letterario dallo slogan #temiladonnachelegge. Una donna che – chiaramente  non necessita di presentazioni, giusto qualche cenno: Wilhelmine Schett (chiamata Mina Welby) è nata a San Candido (Bz) il 31 maggio 1937. Diplomata al liceo classico e abilitata all’insegnamento, ha insegnato per qualche ...
  • Firenze e le mie perdute speranze.

    Cos’hai da dirmi, Florenza? Forse che anch’io, come Dante davanti la porta dell’inferno, debbo lasciar le mie speranze e arrendermi alla tua eleganza? Nessuna donna, fasciata pure del più bel tubino, sarà mai sobria quanto te. E’ che a renderti sensuale non è solo il suono della tua lingua, ma ...
  • CAPTAIN MARVEL

    Non è una recensione, non vi parlerò della trama né dei personaggi, ma solo di ciò che, di questo film, ho portato a casa e di ciò che ha fatto breccia dentro me. Come per tutti i film della Marvel, non potevo mancare alla prima di questo episodio che, da ...
  • Illusione e amore; finché c’è cellulite c’è speranza!

    Più grande è l’illusione, più forte sarà la delusione. E’ così che, stamattina, un mio amico ha commentato qualche riga precedentemente scritta. Ma se amiamo, come facciamo a non illuderci? E’ davvero possibile amare ed evitare di alimentare illusioni, sogni e aspettative? Sarà stato bravo a farlo Buddha, saranno bravissimi ...
  • Gli uomini non cambiano.

    Gli uomini non cambiano, e Mia lo aveva già annunciato molto tempo fa. Fanno i soldi per comprarti, mostrano le piume come i pavoni e poi, alla prima folata di vento, le piume, come i semi di un soffione, volano via. Prima parlano d’amore e poi si dimenticano di amarti… ...
  • Storia di una bambola di pezza (del Sud) raccontata da lei stessa…

    Siamo figlie di una generazione che ci ha insegnato a dire nun m’agg fatt niente ogni volta che siamo cadute. Siamo volate tutte dalla finestra quando abbiamo provato ad imporci per i nostri sogni e siamo state tutte un po’ l’Amica Geniale di qualcuna, come qualcuna è stata Lenuccia per ...
  • Donne e pettegolezzo; l’involuzione della specie.

    Vi è mai capitato di avere un’amica, una collega o una semplice conoscente, particolarmente pettegola ed attenta ai difetti degli altri, agli errori altrui e alle altrui faccende? Non è sicuramente una bella compagnia. Interagire con questo genere di persone sicuramente non ci rallegra la giornata e non rende migliori ...
  • Spoleto – Il Femminismo femminile e i ‘Collage Vintage’ di Maria Grazia Preda.

    Frammenti dei favolosi anni 50. Sono gli anni della riscoperta, gli anni dell’uscita dalla grande guerra, gli anni in cui le donne, fino ad allora mascolinizzate, per forma e per sostanza, riscoprono la forza del femminile e dell’elegante. Sono gli anni in cui il rock and roll sveglia dal tepore ...
  • ÀMATI. 10 piccoli passi per iniziare un rapporto con te stessa.

    Sei ad un punto di non ritorno. Non ti piaci, non ti sopporti, non ami più stare in mezzo alla gente, sei a disagio nei tuoi panni e anche a lavoro. Sei apatica, stanca, demotivata e senti che l’autostima ha abbandonato la casa. A prescindere dalle cause che ti hanno ...
  • Da Cinderella a Wonder Woman o da Wonder Woman a Cinderella!? Il passo è breve.

    Cosa ci si può mai aspettare da una bambina cresciuta col racconto di Cinderella? Tutto o forse niente. Io, personalmente, a mia figlia leggerai altro. Perché? Perchè abituerei la sua mente a ragionare da vincente. Il retaggio culturale, il sistema di credenze, l’educazione familiare e spesso anche gli ambienti professionali, ...