New York 1941. Forse – Luca Giribone

Forse. Tutto un grande FORSE.

Sono trascorsi solo pochi minuti da quando ho terminato la lettura del romanzo di Luca Giribone , e qualcosa dentro me si chiede; “Frank, cos’è successo?”

Un apparente indagine fitta e pericolosa per un giornalista che si avvale dell’aiuto della sua compagna per la risoluzione di alcuni casi.

Ma qualcosa sembra non funzionare. Intorno alla risoluzione del caso girano le vite dei personaggi e tutte hanno in comune dei buchi nella memoria, falle nei ricordi, crepe che lacerano la realtà.

Un penna abile, quella di Giribone, che si avvale di un’altra penna, sapientemente ideata, per creare un enorme punto interrogativo nella mente del lettore.

La realtà, così incerta e mutevole, risucchia in un vortice lo spazio ed il tempo, anche questi elementi del tutto relativi.

Ma non voglio dirvi altro…

I personaggi sono crudi, hanno un vissuto importante e questo li colloca alla perfezione nell’incerto continuum spazio temporale, perchè certe dinamiche non hanno tempo.

Il linguaggio è schietto e diretto. Il colpo di scena è un vero e proprio colpo basso; di quelli che sorprendono e stimolano la lettura rendendola avida.

Dietro tutta la vicenda c’è una mano saggia che traccia il destino dei personaggi e dell’indagine.

Questo farebbe pensare a qualcosa di già scritto, scontato e predestinato…

In realtà, questa mano saggia, ci insegna che, nonostante per tutti sia tracciato un progetto, è il libero arbitrio a farlo compiere pienamente.

Una vicenda senza tempo, senza spazio, senza la reale certezza che la vicenda sia la vera vicenda…

Mi piace pensare che, in una realtà virale e parallela, Giribone sia seduto con King e Murakami allo stesso tavolo, a chiacchierare, in maniera del tutto surreale, delle componenti miscelate nel suo romanzo.

A tratti ho colto sfumature che mi hanno lasciato addosso sensazioni sperimentate nella lettura dei due Maestri citati.

I miei più sinceri complimenti a Luca e al suo colpo di scena… un vero e proprio colpo di genio!

Ricordo che il libro “New York 1941. Forse” è disponibile

Online:

Su Amazon

Su IBS

 

Su LaFeltrinelli.it

Su MondadoriStore

Su SanPaoloStore

Nei punti vendita UBIK

Presso Il Libraccio 

Presso il Kobo Store

 

 

 

 

Leave a reply